Disinfestazione Mosche nel settore zootecnico

Disinfestazione mosche nel settore zootecnico


La disinfestazione nel settore zootecnico assume particolare rilievo e solleva aspetti di interesse in ordine alle metodiche da utilizzare, alla correlazione di queste ultime con la salute degli animali e ancora di questa con un aumentata redditività dell'allevamento e migliorata qualità dei prodotti.

Il problema fondamentale che si pone nei grandi allevamenti, il più frequente se non altro, è quello della presenza di mosche. Questi insetti sono in grado di veicolare numerose malattie. I danni cagionati dalle mosche ovviamente non si limitano a questo: animali ammalati e condizioni di lavoro peggiori per gli operatori si riverberano automaticamente sugli standard qualitativi dell'azienda e dei vostri guadagni.

Risolvere il problema delle mosche in un allevamento offre molti vantaggi. Nel caso di allevamento di mucche da latte ad esempio si sono riscontrati i seguenti miglioramenti, dopo la soluzione dell'infestazione:

- aumentato benessere dei bovini

- aumento della produzione di latte

- miglioramento della qualità del latte

- miglioramento delle condizioni di lavoro anche per gli operatori

- innalzamento degli standard di qualità ISO e rispetto standard HACCP


Perchè le mosche sono così difficili da eliminare? 

Le mosche riescono a riprodursi in molti ambienti, fondamentalmente sono favorite da luoghi in cui ci sia materiale organico e umidità. Da ciò chiaramente si evince come un allevamento e le deiezioni animali siano le condizioni ideali. A ciò si aggiunga che le mosche sono altamente "prolifiche". Può accadere che nei periodi caldi si sovrapponganno anche più cicli riproduttivi e che siano presenti mosche in tutti e quattro gli stadi: uova, larve, pupe e adulti.

 

Parliamo di prevenzione prima che di lotta

Sembra banale dirlo, ma noi consigliamo sempre di "prevenire", ciò continua ad essere valido anche dopo un nostro intervento di disinfestazione, per evitare insorgenze future di problemi massivi.

La prevenzione sostanzialmente passa per questi punti fondamentali:

 - gestione controllata delle deiezioni animali

- controllo dell'umidità dei luoghi

 - pulizia

Questi sono i passi fondamentali che fanno si che non ci siano condizioni adatte allo sviluppo ed alla moltiplicazione delle mosche.

Altri accorgimenti di fondamentale importanza riguardano:

- gestione ordinata dei mangimi, evitandone la dispersione

- mantenimento delle lettiere ben asciutte

- mantenimento di costante pulizia al suolo

- evitare di accumulare deiezioni su terra

Su quest'ultimo punto osserviamo che tra l'altro la legge impone che le deiezioni solide abbiano come luogo di giacenza basi in cemento. Le larve, infatti, si annidano nel terreno anche a grossa profondità. Il cemento impedisce questo fenomeno.

 

In che modo interveniamo?

I nostri interventi iniziano con un sopralluogo in cui valutiamo la situazione e le strategie da applicare al vostro caso concreto. Poi si procede alla sanificazione degli ambienti e a due tipi di trattamenti:

- trattamenti antilarvali

- trattamenti adulticidi

Naturalmente questi trattamenti verranno integrati debitamente in un sistema di lotta completo.

 

Quali sono i sistemi di disinfestazione delle mosche nel settore zootecnico?

I sistemi di disinfestazione delle mosche comprendono un insieme di mezzi meccanici, chimici e biologici.

La lotta meccanica avviene sostanzialmente attraverso l'installazione di porte ad aria ed esche insetticide e lampade UV.

La lotta chimica passa attraverso l'utilizzo di insetticidi di due tipi:

- insetticidi larvicidi

- insetticidi adulticidi

La lotta biologica prevede invece l'introduzione nell'area infestata di parassitoidi che si nutrono di larve per l'eliminazione delle stesse.

 

La scelta dei metodi non può chiaramente prescindere dalla valutazione della situazione concreta e del livello di infestazione, per questo i nostri tecnici esperti sapranno, dopo aver effettuato un sopralluogo, consigliarvi le strategie migliori.

Contattaci
Caricamento in corso ...