Lo Scarafaggio Nero


Lo Scarafaggio nero


Identificazione e Biologia

La Blatta orientalis conosciuta comunemente come "scarafaggio nero", è un insetto appartenente all'ordine dei Blattodea (blatte). È la specie più comune di blatta che infesta le abitazioni; originaria della Russia, è ormai diffusa in tutto il mondo, fatta eccezione per le zone con climi eccessivamente freddi.


Aspetto Fisico

La colorazione del loro corpo è marrone, spesso tendente al nero.

Questa specie presenta un dimorfismo in base al sesso:

- il maschio ha ali normali;

- la femmina ha ali anteriori molto brevi, ali posteriori atrofiche ed entrambe non sono in grado di volare.

La lunghezza dell'insetto è generalmente compresa tra i 25 e i 33 mm ed è caratterizzato da un corpo con forma appiattita e da lunghe antenne filiformi.


Ciclo Vitale

Le femmine "maturano" un massimo di 16 uova nelle ooteche (sacche in cui sono contenute le uova), lunghe 10 mm, che successivamente vengono deposte in ambienti favorevoli al completo sviluppo della prole.

Le "neanidi" schiudono generalmente di notte, sfruttando l'ampolla cervicale per rompere l'ooteca ed uscire all'aperto. Il ciclo vitale è relativamente lungo: viene completato in circa 10-15 mesi a seconda del clima e delle disponibilità di cibo. Lo stadio di uovo dura da 37 a 81 giorni, quello di ninfa dalle 24 alle 140 settimane, quello della vita da adulto dalle 5 alle 26 settimane.

Blatta orientalis

Habitat

La Blatta orientalis è diffusa in tutto il mondo, soprattutto nelle zone a clima temperato. È diffusa soprattutto nelle zone in condizioni di scarsa igiene. La sopravvivenza è legata alla presenza abbondante di acqua. Si sviluppa nelle abitazioni riscaldate, dove vi è abbondanza di nascondigli e cibo, o in luoghi non esposti a grandi sbalzi di temperatura.


Comportamento

Questa specie è relativamente letargica, predilige il movimento nelle ore notturne ed evita ambienti luminosi:

la sua comparsa in orario diurno indica una grande infestazione.

A causa della morfologia delle zampe non è in grado di arrampicarsi su pareti verticali e si muove strisciando. Rispetto alle altre specie è più lenta e meno prudente. È molto vorace, praticamente onnivora.


Danni Provocati

Oltre ai danni che porta all'uomo nutrendosi delle sue scorte alimentari, trasferisce a queste il disgustoso odore delle sue ghiandole repugnatorie, è ospite intermedio di Nematodi e vettore di Protozoi e di uova di Nematodi e Cestodi, emesse tramite le feci dell'insetto.

Le malattie portate dalla Blatta orientalis sono molteplici e pericolose, di seguito alcuni esempi:

1. salmonellosi;

2. colera (causato dal batterio Vibrio cholerae);

3. dissenteria (legata agli enterobatteri);

4. epatite A;

5. poliomielite.

Inoltre l'insetto libera nell'aria sostanze che possono causare l'insorgere di varie disturbi allergici in persone predisposte a tali patologie.

Metodi di disinfestazione e controllo

1) Trattamento dei punti interessati con prodotti in grado di persistere per un lungo periodo di tempo.

In questo caso l’insetto si avvelena attraversando i punti trattati (ad esempio pavimento). Se l’infestazione è da imputarsi allo Scarafaggio nero, il trattamento deve essere completato con l’applicazione dell’insetticida anche negli scarichi, scoli e raccordi fognari della struttura in questione.

2) Trattamento, con idonee attrezzature, di tutti gli anfratti (crepe, fessure, interstizi) che fungono da possibile riparo alle blatte.

In questo caso sono spesso utilizzati biocidi ad effetto “snidante”, ovvero in grado di provocare una rapida reazione di fuga da parte delle blatte che escono allo scoperto nel tentativo di allontanarsi dall'area in cui è presente l’insetticida. Se il prodotto utilizzato è in grado di contaminare irreversibilmente le blatte possono essere ottenuti buoni risultati. Il metodo richiede una grande esperienza nella localizzazione di tutti i luoghi di possibile rifugio. Ricordiamo tra gli insetticidi ad effetto "snidante": estratto di piretro naturale, tetrametrina, d-fenotrina, esbiotrina.

3) Trattamento di applicazione dei formulati insetticidi composti da una esca alimentare che si attiva per ingestione (esche in gel: IMAGEL BLATTE).

Il metodo presenta alcuni vantaggi rispetto alle applicazioni tradizionali ma non deve essere sottovalutata la capacità dell’operatore nello scegliere i luoghi in cui collocare le goccioline di esca avvelenata. In caso di infestazioni molto elevate è preferibile attivare questa forma di lotta dopo aver ridotto la presenza delle blatte con i metodi tradizionali.

In ogni caso l'utilizzo di trappole adesive rese attrattive da esche alimentari rappresenta un metodo semplice, innocuo ed efficace per localizzare le aree di maggiore infestazione, dove solitamente si nascondono gli esemplari giovani e le blatte femmine che stanno per deporre le uova.


Prodotti chimici per la disinfestazione:

- Imagel Blatte

Esca alimentare in gel specifica per la lotta alle blatte.

- Amplat

Azione insetticida rapida e residuale, per ambienti esterni alle abitazioni.

- Microsene

Azione insetticida rapida e mediamente residuale. Inodore, incolore, idoneo per trattamenti in interni.

Contattaci adesso per ricevere maggiori informazioni sul nostro servizio di disinfestazione appartamento.

Chiamaci al numero verde 800 984 755 o clicca QUI per compilare il modulo di richiesta informazioni: sarai ricontattato da un nostro consulente e potrai fissare un appuntamento con un nostro tecnico specializzato.


Compra on line a prezzi speciali.

Prodotti, Attrezzature e Macchinari per la Disinfestazione di Scarafaggi fai da te
Contattaci
Caricamento in corso ...