Scleroderma Domesticum


Scleroderma Domesticum


Identificazione e Biologia

Lo Scleroderma domestico, conosciuto con il nome scientifico di Scleroderma domesticum è un piccolo insetto dell'ordine degli Hymenoptera appartenente alla famiglia dei Bethylidae. Spesso si annida nelle gallerie del legno vecchio scavate dai tarli, insetti appartenenti all'ordine dei coleotteri


Aspetto Fisico

Il pungiglione, come negli altri Imenotteri, è posto nella parte posteriore del corpo e deriva dall'ovopositore modificato comunicante con una ghiandola velenifera. La madre si prende cura della prole e vive a lungo con essa, accoppiandosi a volte con figli e "nipoti".


Habitat e Comportamento

Lo Scleroderma domesticum viene strettamente collegato alle infestazioni da insetti del legno; esso è un occasionale ospite poco gradito delle nostre abitazioni.

Molto simile ad una innocua formica, lo Scleroderma domesticum è in realtà un parassita delle larve dei tarli: si insinua nelle gallerie del legno e, dopo averle paralizzate con una puntura letale, deposita su di esse le uova dalle quali nasceranno le proprie larve che si nutriranno a spese dell'ospite.

In effetti è un antagonista biologico dei tarli, e da questo punto di vista, lo si potrebbe definire utile: purtroppo alcune sue pessime abitudini lo rendono assai fastidioso per gli umani, seppur non pericoloso.

Scleroderma Domesticum

Scleroderma Domesticum

Danni Provocati

Durante la notte questa specie esce dalla sua tana in gruppo e inizia a girovagare per la casa, insinuandosi nelle imbottiture, nei cuscini, nei materassi per poi pungere l'uomo provocando a volte intenso dolore, sempre gonfiore locale e, a volte, malessere generale e febbre alta; dopo lunghi periodi di punture, anche il sistema nervoso ne può risentire.

L'insetto attacca quando viene involontariamente "minacciato" dai nostri spostamenti, oppure il semplice atto di indossare un indumento nel quale si era rifugiato, e come meccanismo di difesa, userà la stessa iniezione che riserva alle larve per paralizzarle provocando delle bolle rosse in rilievo quasi sempre associate ad un forte prurito e in alcuni casi anche a dolore.

Disinfestazione scleroderma

Il primo passo per la disinfestazione scleroderma domesticum è quello di eliminare la presenza di tarli (tarlo dell'avena, tarlo del legno) all'interno dell'abitazione o della zona interessata, poiché l'insetto infestante si nutre di queste specie.Una volta eliminati i tarli si può procedere con la disinfestazione dello scleroderma domesticum:

Uno dei migliori prodotti conosciuti per questo genere di operazione è il Fenthrin, un insetticida a basso impatto ambientale con una discreta azione residuale (quindi poco tossico nel lungo periodo). Questa tecnica risulta efficace e poco intrusiva, infatti basterà solo lavare i vestiti e i tessuti oltre i 60°C dopo il trattamento.

Un altro metodo efficace risulta essere quello della criodisinfestazione che ormai una tecnica consolidata, l’azoto liquido si può usare ovunque, non è dannoso e non lascia residui di nessun tipo.

Contattaci adesso per ricevere maggiori informazioni sul nostro servizio di disinfestazione di scleroderma domesticum.

Chiamaci al numero verde 800 984 755 o clicca QUI per compilare il modulo di richiesta informazioni: sarai ricontattato da un nostro consulente e potrai fissare un appuntamento con un nostro tecnico specializzato.


Compra on line a prezzi speciali.

Prodotti, Attrezzature e Macchinari per la Disinfestazione di scleroderma domesticum fai da te
Contattaci
Caricamento in corso ...