Termiti del legno

Identificazione e Biologia

Gli Isotteri, conosciuti con il nome comune di termiti del legno o termiti del legno secco, sono un ordine di insetti terrestri, sociali, di piccole e medie dimensioni.
Sono insetti molto “socievoli” poiché spesso ospitano nei loro termitai altre specie di piccole dimensioni, in maggioranza esapodi (Collemboli, Coleotteri, ecc.), fortemente adattati alla vita associativa con le termiti, le quali dimostrano di gradire molto le speciali sostanze da essi prodotte.

termiti del legno

Esemplare alato di termite del legno

Aspetto Fisico

Sono insetti alati con livree di colori uniformi, pallidi o poco vivaci, e con esoscheletro di solito di debole o mediocre consistenza.
Presentano un polimorfismo anfipecilico, con maschi e femmine fecondate inizialmente alati e maschi e femmine sterili (operai e soldati).
Le termiti sono organismi xilofagi (che si nutrono cioè di legno); la loro importanza ecologica dipende dal fatto che l’equivalente di un terzo di tutta la materia prodotta ogni anno dalle piante viene divorata proprio da loro.

Habitat

Fanno spesso il loro nido in pezzi di legna, preferibilmente per metà nel terreno e marci. Questo ambiente ideale è facilmente reperibile vicino ad abitazioni con grandi giardini; anche le vecchie tubature sono un luogo allettante per questo tipo di insetto. Esistono molte varianti di questo insetto, alcune preferiscono luoghi caldi e umidi, altre si stabiliscono invece in posti più secchi.
Nell’ecosistema terrestre, la produzione di materia vivente è ininterrotta, e se essa non venisse demolita con una velocità pari a quella con cui viene formata, dopo poco tempo il sistema entrerebbe in crisi, perché verrebbero a mancare sia lo spazio per i nuovi organismi, sia i materiali per continuare la produzione.
Con le loro forti mandibole frantumano il legno e se ne nutrono.

 

termiti del legno

Abitudini Alimentari

Le termiti del legno seguono una dieta principalmente vegetariana; questi insetti si alimentano soprattutto di cellulosa che ricavano da varie sostanze:
– legno di piante viventi;
– legno secco;
– legno marcio;
– foglie;
– steli;
– semi;
– funghi;
– licheni;
– manufatti (carta, cotone, ovatta, cartone).

Oltre alla cellulosa fanno parte della loro dieta alimenti elaborati come sostanze animali (uova di termiti stesse, corpi morti, ammalati o feriti).
Ci sono anche alcune specie eterofaghe, come il Mastotermes darwiniensis Froggart  (molto simile alla specie dei Blattodei, es. Blattella Germanica e Blatta dei mobili), che attaccano zucchero, cuoio, corno, avorio e lana.

Per rifornirsi di cibo le termiti, che sono lucìfughe, abbandonano i loro rifugi durante la notte notte ed intraprendono spedizioni nelle gallerie sotterranee.
Vi sono termiti che immagazzinano provviste vegetali, e perfino quelle che ammassano centinaia di corpi morti e disseccati dei loro compagni.

Riconoscere i danni delle termiti

Danni termiti del legno

1. Distinzione di termiti da altri parassiti.
Le termiti sono solo uno dei vari tipi d’insetti infestanti che danneggiano le case perché esistono anche tipi di formiche e scarafaggi che si nutrono di legno.
È importante individuare il parassita per intraprendere il corretto metodo di disinfestazione.
Le termiti hanno alcune caratteristiche diverse da formiche e scarafaggi, puoi riconoscerle guardandole da molto vicino:
– Le termiti lavoratrici sono spesso gialle e hanno corpi morbidi; le formiche carpentiere e gli scarafaggi invece tendono a essere molto più scuri e ad avere esoscheletri.

– Le termiti hanno antenne dritte, molto diverse da quelle curve delle formiche carpentiere.

– Le termiti hanno due paia di ali della stessa misura e le formiche carpentiere hanno le ali anteriori molto più lunghe di quelle posteriori; gli scarafaggi hanno un paio d’ali rigide che proteggono quelle più delicate usate per volare.

– Le termiti non hanno un girovita distinguibile lungo il corpo e le formiche carpentiere hanno un pedicello molto evidente che unisce torace e addome.

2. Ispezione dei danni del legno.
Se sospetti un’infestazione di termiti, rimuovi un pezzo di legno dalla zona interessata, se possibile.
Le termiti sotterranee divorano il legno morbido e mangiano lungo le venature.
Una volta scoperta l’infestazione va fermata immediatamente per evitare danni significativi che questi parassiti possono infliggere seri danni alle case, alle recinzioni e ai tralicci del telefono.
Le termiti da legno secco scavano grandi sezioni di legno masticando lungo le venature.

 

Disinfestazione termiti del legno

Termiti del legno come eliminarle:

Il primo passo è quello di eliminare nell’abitazione l’umidità e tutto ciò che può costituire per loro una fonte alimentare (legna da ardere, vecchi mobili, libri e carte abbandonati in cantina), in ambienti esterni invece, ceppaie e cumuli di legno.
In un secondo momento si potrebbe ricorrere, come per tutte queste specie di insetti, al trattamento chimico.
Tuttavia la disinfestazione diretta degli oggetti infestati non porta quasi mai all’eliminazione della colonia, visto che l’annidamento è all’interno del terreno.

Per sapere come eliminare le termiti del legno con i prodotti chimici leggi la nostra guida.