Vespa Mandarinia

 

Identificazione e Biologia

 

Il calabrone gigante asiatico, conosciuto con il nome scientifico di Vespa mandarinia e noto anche come calabrone giapponese e calabrone yak-killer, è il calabrone più grande esistente sulla terra, originario dell’Asia orientale.
Questa specie può anche essere avvistata in Corea, Cina, Taiwan, Indocina, Nepal, India e Sri Lanka.
Dal 2012 ne è stata talvolta segnalata la presenza anche in paesi Europei, tra cui Francia e Italia.

 

Aspetto Fisico

Questa specie raggiunge una lunghezza di circa 50 mm, con un’apertura alare di 76 mm; le regine possono addirittura raggiungere i 55 mm.

La testa del calabrone gigante asiatico è arancione e particolarmente grande, paragonata a quella di altre specie simili.

Gli occhi composti sono di colore marrone scuro e le antenne sono invece leggermente più chiare.

La mandibola è grande, arancione e presenta la superficie masticatoria interna che ha l’aspetto di un dente nero.

Le zampe anteriori sono arancioni con tarsi marrone scuro; quelle centrali e quelle posteriori sono color castano scuro.

Le ali dell’insetto sono di color grigio-marrone scuro.

 

 

 

Ciclo Vitale

Il ciclo vitale di questo insetto inizia quando una regina si sveglia in primavera e fonda un nido.calabrone yak-killer

Nel caso specifico della Vespa mandarinia, il risveglio avviene durante il mese di aprile, dopo aver passato i mesi invernali in ibernazione dentro piccole crepe nel terreno o nel legno marcio.

La fondazione del nido inizia a giugno, in genere all’interno di tane di roditori abbandonate.

Il nido viene costruito con materiale cartaceo ricavato da fibre di corteccia, all’interno del quale sono disposte le celle esagonali, tutte rivolte verso il basso, che ospitano un uovo ciascuna.

Dopo la schiusa delle uova, esce la larva che viene nutrita con carne di altri insetti; la maturazione completa delle larve impiega circa un mese.

 

Danni Provocati

Puntura di vespa mandarinia:
La vespa mandarinia ha un pungiglione di circa 6 mm che riesce ad iniettare un potente veleno contenente un peptide citolitico, (come quello di api e vespe), che danneggia i tessuti.

In caso di puntura su soggetto allergico la reazione allergica porta inevitabilmente alla morte.
Il veleno della vespa mandarinia contiene anche una neurotossina chiamata mandaratossina che può essere letale anche per persone non allergiche, in caso la dose fosse
sufficientemente elevata.

Alcuni elementi all’interno del veleno di questa specie danneggiano i tessuti, alcuni causano dolore e almeno di essi uno ha un odore che attrae anche altri calabroni nelle vicinanze sulla vittima.
L’enzima presente in questo veleno arriva fino a sciogliere i tessuti umani; l’assenza di barbiglio nel pungiglione consente a questa vespa di pungere ripetutamente senza morire.

 

Precauzione

I calabroni giapponesi attaccano chiunque si trovi in un raggio di 10 metri dal proprio nido; la precauzione principale è quella di non avvicinarsi per nessuna ragione e di contattare immediatamente una ditta professionista.
La vespa mandarinia ha un comportamento particolarmente aggressivo per proteggere le proprie scorte di cibo e il nido.

 

 

Disinfestazione Vespe e Calabroni

Contatta Disinfesta per una disinfestazione Vespa Mandarinia

 

 

 

Contattaci
Caricamento in corso ...