Passero

Passero


Il passero è un volatile molto diffuso sia in città che in campagna.

Aspetto e Biologia

Ha una lunghezza che non supera i 15 centimetri e pesa circa 30 grammi. Si può distinguere il passero maschio dalla femmina poiché questo ha testa grigia e gola e pettorina nera, mentre la femmina è soprattutto marrone. Il passero è un animale amichevole e socievole che si lascia avvicinare dall'uomo. Non è migratore e spesso vive in stormi anche molto numerosi. Il ciclo riproduttivo dei passeri avviene dalla primavera all'estate, periodo in cui essi possono avere dalle 2 alle 4 nidiate ognuna con 4-8 uova. Di solito è il maschio che prepara il nido in cui andrà la femmina per deporre le uova, lo riempie di paglia e di piume per renderlo il più soffice possibile. Spesso questo è sistemato comodamente in punti agevoli come sotto tegole, punti nascosti degli edifici, grandi alberi e può essere usato anche per più annate consecutivi favorendo così il diffondersi di infestazioni di insetti. Il ciclo biologico dei passeri va dai 4 ai 7 anni. Si nutre principalmente di briciole, semi ed insetti, perciò la ricerca di cibo lo porta ad adattarsi bene alla convivenza con l'uomo. Può essere anche cresciuto in cattività e spesso senza l'ausilio della voliera.

Rischi da Infestazione

I passeri rappresentano anche una consistente minaccia per il suolo italiano. Il loro numero è in continuo aumento, fattori come presenza di cibo e divieti di caccia ne hanno aumentato considerevolmente la presenza nelle nostre città. Specialmente nelle zone rurali si constatano seri danni alle colture agricole e alle coperture degli edifici destinati ad abitazioni o a ricovero degli animali. L'indice di sopravvivenza dei passeri è in aumento, forse grazie alla vasta disponibilità di cibo presente sui terreni agricoli non lavorati subito dopo la raccolta o a riposo. Inoltre questa specie di volatili è ghiotta di fiori primaverili come primule, polianto e crocus, e di vermi, che cercano avidamente nelle piante giovani. Beccando danneggiano boccioli, steli giovani e frutti. Le specie vegetali più a rischio sono:

  • Riso fioritura e spigolatura
  • Grani tenero e duro
  • Orticole seminate
  • Girasole

I passeri sono anche una seria minaccia per l'industria alimentare dove con le loro deiezioni provocano danni alle merci. Seri danni anche alle coperture di fabbricati, specialmente quelle con i coppi, in cui i passeri sono spesso i responsabili di dissesti architettonici. Sono molte le tecniche per allontanarli senza nuocere. Pensate al noto "spaventapasseri" ancora in uso, e alla funzione che aveva nelle società agricole d'altri tempi. Era nato con l'intenzionalità di spaventare uccelli e uccellini e veniva posto in mezzo agli orti o alle coltivazioni di orzo. Oggi sono in uso molte tecniche di dissuasione e allontanamento passeri efficaci ed ecologiche, avvaliti della consulenza di esperti per liberarti da questo problema nel modo più sicuro possibile. allontanamento volatili.  



Contattaci adesso per ricevere maggiori informazioni sul nostro servizio di allontanamento passeri.

Chiamaci al numero verde 800 984 755 o clicca QUI per compilare il modulo di richiesta informazioni: sarai ricontattato da un nostro consulente e potrai fissare un appuntamento con un nostro tecnico specializzato.

Contattaci
Caricamento in corso ...