Ragnetto Rosso

Ragnetto Rosso


Il ragnetto rosso, Tetranychus urticae, è un acaro polifago ed ha una particolare attrazione per la soia, tanto da essere considerato uno dei più pericolosi fitofagi di questo vegetale.

Aspetto e biologia

Il ragnetto rosso è un insetto piccolissimo, misura meno di mezzo millimetro, presenta nella zona anteriore un apparato boccale con stiletto, lateralmente al corpo l'apparato visivo. Il colore dei ragnetti rossi allo stato adulto è per l'appunto il rosso acceso, tuttavia l'intensità cromatica può cambiare in base all'età, al sesso e al tipo di pianta infestata (alcune specie possono mutare il loro colore in verdegiallobianco).

Allo stato larvale i ragnetti rossi si presentano trasparenti con sei zampe, nella fase di protoninfe biancastre con macchie laterali brune e otto zampe. La femmina può deporre fino a 100 uova alla volta ognuna di circa 0.14 mm, queste appena deposte sono trasparenti mentre a sviluppo embrionale avanzato diventano giallo-arancio. Per completare l'intero ciclo vitale (uovo, larva, ninfa e adulto) la femmina è decisamente più veloce del maschio, le occorrono circa 20 giorni ad una temperatura di 18°, se questa si alza lo sviluppo è decisamente più veloce.

Rischi da Infestazione

Essendo polifago, il ragnetto rosso infesta diverse tipi di piante sia nelle serre che all'esterno, ortaggi (fagiolo, pomodoro, melanzana, peperone), piante da frutto (meli, peri, prugni e susini), piante ornamentali erbacee e arboree (tiglio, rosa, ortensie etc.) e piante aromatiche. Questo acaro attacca principalmente ai margini degli appezzamenti di soia, specialmente durante l'estate nei periodi caldo-umidi ma non piovosi. I danni sono subito evidenti, di solito i ragnetti attaccano la pagina inferiore delle foglie causando macchioline chiare sulla parte anteriore. Le macchie si scuriscono sempre più fino a formare delle tipiche ragnatele. Disseccamenti e cadute precoci defoglieranno presto le vostre piante.

Rimedi Naturali "fai da te"

Dato che le infestazioni solitamente provengono da ragnetti che arrivano da rifugi invernali in cui le femmine svernano, è di fondamentale bruciare accuratamente tutti gli scarti in autunno ed in inverno. I ragnetti rossi entrano in azione da aprile a giugno, prima di questo periodo prestate particolare attenzione alle piante a rischio intorno casa, specialmente se avete dei tigli. Nebulizzate regolarmente il fogliame delle piante con acqua pulita. Non appena notate segni di infestazione spruzzate un acaricida professionale. Spesso questo parassita arriva dall'alto quindi tenete puliti tetti e sottotetti.



Contattaci adesso per ricevere maggiori informazioni sul nostro servizio di disinfestazione da ragnetto rosso.

Chiamaci al numero verde 800 984 755 o clicca QUI per compilare il modulo di richiesta informazioni: sarai ricontattato da un nostro consulente e potrai fissare un appuntamento con un nostro tecnico specializzato.

Contattaci
Caricamento in corso ...